Mettiamoci alla Prova

Da oggi, su INVALSIopen sono disponibili alcuni esempi di domande interattive delle Prove INVALSI di Italiano, Matematica e Inglese, per dare la possibilità agli insegnanti di costruire attività didattiche da utilizzare con i propri studenti e fornire loro un feedback immediato rispetto alle risposte fornite. Si esordisce con il grado 8, ovvero l’ultimo anno di Scuola secondaria di primo grado.

Le domande alle quali gli studenti rispondono durante le Prove INVALSI non si limitano a quello che si vede in superficie, ovvero alla domanda con le relative alternative di risposta, ma contengono per loro costruzione diverse caratteristiche che si collegano ai traguardi per lo sviluppo delle competenze previsti dalle Indicazioni Nazionali e alle dimensioni presenti nei Quadri di Riferimento di ciascuna Prova INVALSI.

Di conseguenza, i quesiti non aggiungono ulteriori argomenti a quelli che già si studiano in classe. Possono però offrire informazioni preziose, che gli insegnanti possono utilizzare liberamente nelle proprie attività didattiche per far comprendere ai ragazzi in maniera diretta e più approfondita lo scopo per il quale la domanda è stata creata e il possibile processo messo in atto per rispondervi.

Attualmente le domande sono disponibili sul sito istituzionale INVALSI con più modalità: come esempi di domande in diversi documenti ufficiali per agevolare la comprensione del contenuto delle stesse; sulla Piattaforma TAO per far familiarizzare gli studenti con il formato CBT; sul sito Gestinv, che contiene nel proprio archivio buona parte dei quesiti utilizzati durante le Prove e li organizza secondo alcuni criteri definiti.

Considerate le numerose informazioni contenute in ciascuna domanda e l’esigenza di fornire agli insegnanti degli strumenti didattici da utilizzare con i propri studenti, nella sezione Formazione di INVALSIopen è disponibile una nuova rubrica, che ospita al suo interno diverse domande interattive. La caratteristica dell’interattività fa sì che forniscano un feedback immediato rispetto alle risposte date e agli elementi che le caratterizzano.  

Si inizia con il grado 8, l’ultimo anno di Scuola secondaria di primo grado, ma seguiranno nuove attività per altri gradi scolastici.

Mettiamoci alla Prova!

Lo scopo della rubrica Mettiamoci alla Prova è offrire – non solo agli insegnanti, ma anche a chiunque sia interessato – nuovi strumenti interattivi che hanno come oggetto le domande delle Prove di Italiano, Matematica e Inglese, allo scopo di promuovere una migliore conoscenza del loro reale contenuto e favorire processi formativi dinamici tra i docenti e i loro studenti.

Per ciascuna materia sono proposte diverse attività didattiche, che contengono alcuni quesiti in linea con la tipologia di domande presenti nelle Prove INVALSI; queste restituiscono sia la risposta corretta sia le caratteristiche della domanda alla quale si risponde. Ciò permette agli studenti di ricevere subito un feedback rispetto al compito appena svolto e di entrare nel merito delle scelte compiute.

Alcune di queste attività forniscono inoltre un risultato del tutto indipendente da quello delle Prove, che ha un valore informativo basato sulla somma delle risposte date e che apre al possibile accesso a ulteriori materiali per approfondire l’argomento sul quale verte la domanda.

Gli strumenti messi a disposizione, quindi, vogliono stimolare gli studenti a ragionare con gli insegnanti su quello che stanno studiando e far fare loro esperienza di come i quesiti delle Prove INVALSI possano trasformarsi in un ulteriore strumento per il loro apprendimento scolastico.

Per ciascuna materia, inoltre, è presente un documento che contiene tutte le domande dell’attività con le relative schede informative. Solamente in quello di Matematica sono presenti ulteriori domande sui quattro ambiti di contenuto della Prova.

Cosa non è Mettiamoci alla Prova

Quando si parla delle Prove INVALSI si incontra spesso un fraintendimento piuttosto comune, secondo il quale per ottenere buoni risultati è necessaria una preparazione specifica, ulteriore rispetto al lavoro che si fa normalmente in classe. Insomma, un allenamento mirato, come se le Prove fossero simili ai quiz per la patente o una gara a punti.

In realtà non esiste una preparazione specifica per le Prove, per la semplice ragione che i quesiti predisposti dall’INVALSI non sono dei quiz. Anzi, sono quanto di più lontano da questi ci possa essere.

In ragione di ciò, è importante quindi specificare che tutte le nuove attività su INVALSIopen basate sulle domande non hanno lo scopo né di far allenare gli studenti in vista delle Prove INVALSI né di farli familiarizzare con il formato CBT, proprio perché gli obiettivi, la struttura e l’implementazione delle stesse attività sono diverse da quelle normalmente presenti nelle Rilevazioni nazionali.

Per ciascuna domanda, infatti, vengono fornite le risposte corrette e le caratteristiche della domanda stessa, che naturalmente non sono presenti nelle Prove ufficiali, ma che diventano per queste attività elementi di supporto al lavoro che gli insegnanti svolgono costantemente con i propri studenti. La modalità interattiva offre così ai ragazzi degli strumenti che li coinvolgono maggiormente e li aiutano a ragionare sui processi che hanno messo in campo per rispondere ai quesiti.

Gli insegnanti possono quindi scegliere autonomamente quali attività didattiche utilizzare e decidere in totale libertà se far partecipare o meno gli studenti.

Per capire meglio cosa è presente nella rubrica, vi presentiamo di seguito le attività attualmente presenti per ciascuna materia oggetto delle Rilevazioni nazionali e che interessano al momento il grado 8.

Mettiamoci alla Prova di Italiano

Le Prove di Italiano possono richiedere agli studenti di leggere e rispondere ad alcune domande legate a un testo, che viene scelto in base ad alcune caratteristiche specifiche, allo scopo di misurare la competenza di comprensione nella lettura

Per il grado 8 ci sono due attività didattiche con esempi di domande sulla comprensione del testo, ciascuna delle quali contiene:

  • i descrittori che approfondiscono le caratteristiche del testo selezionato: tipo di testo, argomento, densità informativa, organizzazione del testo, caratteristiche del lessico, scelte linguistiche e strategie comunicative
  • il testo da leggere
  • 9 domande interattive a risposta multipla

L’allievo dopo aver risposto e cliccato il tasto invia, riceve un feedback immediato e potrà sapere subito se la risposta scelta è corretta o sbagliata.

Oltre a questo, per ciascuna unità è possibile conoscere ulteriori aspetti che arricchiscono l’attività, come:

  • il Macro-aspetto del Quadro di Riferimento di Italiano al quale si lega la domanda
  • il livello di difficoltà (facile e intermedia)
  • un commento con lo scopo, le operazioni da compiere per rispondere correttamente e le motivazioni per le quali quella è la risposta corretta
VAI ALLA PAGINA DI ITALIANO

Mettiamoci alla Prova di Matematica

Le Prove di Matematica richiedono agli studenti di rispondere ad alcune domande legate a uno dei quattro ambiti di contenuto previsti dal Quadro di Riferimento (Spazio e Figure, Numeri, Dati e Previsioni, Relazioni e Funzioni).

Per il grado 8 ci sono quattro attività didattiche, una per ogni ambito di contenuto, con all’interno esempi di domande che hanno le stesse caratteristiche dei quesiti presenti nella Prova di Matematica.

Dopo che lo studente ha risposto, riceve un feedback immediato sulla risposta fornita e per ciascuna domanda vengono rilasciati:

  • il livello di difficoltà (facile, medio, difficile)
  • il traguardo e la dimensione che si riferisce al possibile processo messo in atto per rispondere alla domanda, così come specificato nel Quadro di Riferimento
  • lo scopo e un breve commento che descrive meglio il compito
VAI ALLA PAGINA DI MATEMATICA

Mettiamoci alla Prova di Inglese

Le Prove di Inglese (reading e listening) possono richiedere agli studenti di leggere un brano oppure di ascoltare un audio e di rispondere poi ad alcune domande.

Per il grado 8 ci sono quattro attività divise per i livelli di competenza A1 e A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER). Sia per il reading sia per il listening sono presenti un task sul primo livello e un altro task sul secondo livello.

Nella parte iniziale di ciascuna attività è presente una tabella che riassume le seguenti caratteristiche:

  • il tipo di item
  • il livello di competenza e il descrittore del QCER
  • l’argomento
  • e la tipologia di lettura o di ascolto

Lo studente riceve un feedback immediato sulla risposta scelta subito dopo averla data.

VAI ALLA PAGINA DI INGLESE

Se hai trovato interessante questo contenuto puoi iscriverti alla newsletter mensile di INVALSIopen per ricevere via mail i nostri aggiornamenti.

Voglio ricevere gli aggiornamenti di INVALSIopen


Seguici sui nostri canali social

 

® INVALSI – Via Ippolito Nievo, 35 – 00153 ROMA – tel. 06 941851 – fax 06 94185215 – c.f. 92000450582 | CookiesPrivacy PolicyPhoto Credits

 

logo PON